FUNERALI 2

Ultimo addio a un gran padre e pastore: Mons. Andrea Maria Erba

Il 24 Maggio abbiamo partecipato al funerale del nostro amato Mons. Andrea Maria Erba, vescovo emerito di Velletri-Segni tornato alla casa del Padre il 21 Maggio scorso.

La celebrazione si è svolta nella Cattedrale “S. Clemente” di Velletri ed è stata presieduta dal Card. Francis Arinze, cardinale titolare della diocesi e concelebrata da Mons. Vincenzo Apicella, attuale vescovo della stessa, da Mons. Lorenzo Loppa, vescovo di Anagni, Mons. Ambrogio Spreafico, vescovo di Frosinone, e dal vescovo barnabita Mons. Sergio Pagano. Inoltre hanno partecipato numerosi sacerdoti, tra i quali occorre nominare il vicario generale dei barnabiti, gran parte dei sacerdoti della diocesi, i superiori generali dei nostri Istituti p. Carlos Walker e m. María de Anima Christi accompagnati da un nutrito gruppo di sacerdoti, religiosi e religiose della nostra Famiglia Religiosa, membri del nostro Terzo Ordine, e un gran numero di fedeli.

L’omelia, tenuta da Mons. Apicella, è stata una affettuosa commemorazione della vita del defunto vescovo prendendo spunto dal Vangelo del giorno che ricordava la promessa di Gesù di dare “cento volte tanto” a chi avrà lasciato tutto per Lui. Questa totale donazione al Signore, ha affermato il vescovo Apicella, il nostro caro Mons. Erba l’ha compiuta nella vita religiosa, nella carriera di docente universitario, nel grande lavoro svolto presso la congregazione delle Cause dei Santi e soprattutto nel suo ministero sacerdotale ed episcopale, caratterizzato da un profondo senso di paternità spirituale e carità pastorale.
Al termine della celebrazione si è tumulata la salma nei pressi dell’altare dedicato alla Madonna Addolorata della stessa Cattedrale di Velletri.

Negli ultimi giorni della sua vita terrena, Mons. Erba è stato assistito notte e giorno dalle Serve del Signore e della Vergine di Matará e diversi sacerdoti del nostro Istituto lo hanno accompagnato nella celebrazione della Santa Messa nella stanza dell’ospedale.

Ringraziamo Dio per averci donato un così grande Pastore che tanto bene ha fatto ai nostri Istituti e alla Chiesa universale.

IVEROMA